L’italiano L1 come lingua dello studio

Italiano L1 come lingua dello studio
Italiano L1 come lingua dello studio

Quaderno della Ricerca n. 15

L’italiano L1 come lingua dello studio
a cura di Paolo E. Balboni e Marco Mezzadri

Nel settore delle lingue straniere oggigiorno la parola d’ordine è CLIL… ma gli insegnanti di lettere fanno CLIL da sempre: quando insegnano grammatica, storia, geografia, critica letteraria. E fanno CLIL i docenti  di tutte le discipline, che usano l’italiano come lingua veicolare per la geometria e le scienze, l’arte e la filosofia – ma non lo sanno, e non conoscono le metodologie che possono aiutare gli studenti a capire quello “strano” italiano che si trova nei teoremi di geometria e nelle leggi di fisica, nella spiegazione dei complementi o in quella dei polinomi. Questo Quaderno, che dà l’avvio a un progetto di materiali integrativi dedicati al miglioramento della padronanza dell’italiano dello studio, fa dell’insegnante di italiano il punto di contatto tra la competenza linguistica degli studenti e la lingua della scuola, e lo fa senza aprire nuovi ambiti di insegnamento, bensì riprendendo lo specifico dell’educazione linguistica che già i docenti di italiano curano, ma utilizzando come testi su cui lavorare alcune pagine disciplinari che poi gli studenti affrontano con i colleghi delle singole materie.

Disponibile  su http://www.laricerca.loescher.it/quaderno_15/